Casino con la zuppa

La zona centrale di Milano. Un signore milanese entra in un ristorante fine, molto intimo, di quelli di una volta. Appende il capotto su un attaccapanni e si siede in un angolo da dove aveva una visuale perfetta sul locale. Sfoglia il menu con le pietanze di giorno e, al posto di un piatto di pasta o risotto (di sera stava attento con le calorie) ordina una zuppa e per il secondo una cotoletta alla milanese. Per bere ordina un bicchiere di vino bianco. Dopo un quarto d’ora arriva il piatto con la zuppa. Il signore subito richiama il cameriere. In un modo molto gentile ed educato gli dice:
– Vorrebbe gentilmente provare questa zuppa.
– Mi scuso signore, le riporto subito un’altra.
– Ma no, io soltanto vorrei che lei provasse questa.
– Le chiedo umilmente scusa. Noi siamo un ristorante del vecchio stampo e se c’è qualcosa che non va, è nostro piacere rimediare subito. Le cambi subito la zuppa.
– Io non voglio cambiarla, vorrei che lei l’assaggiasse.
Il cameriere, già visibilmente irritato decide di cedere; alla fine l’ospita ha sempre ragione. Guarda attorno il piatto e chiede:
– Ma scusi, dov’è il cucchiaio?
– Ecco il punto!

Di animali

Due serpenti camminano per un campo pieno di fiori. Uno:
– Scusa, noi siamo serpenti velenosi?
– No, che non lo siamo.
– Meno male, mi sono morso la lingua.

Un toro e un leone sono seduti in un bar. Scolano la terza bottiglia di birra quando il cellulare del lene inizia a suonare. Lui risponde. Dall’altra parte c’è la sua moglie:
– E’ da due ore che sei uscito. Stai sempre in quel bar ad ubriacarti. Torna subito a casa.
– Si cara. Pago e arrivo.
Il leone paga il conto e saluta il toro, che gli dice:
– Se la mia moglie mi chiamasse così, io mica tornerei a casa e lascerei la compagnia.
– Sì, ma la mia moglie e leonessa mentre la tua e vacca.

La volpe affamata passeggia per un bosco. All’improvviso, dietro un cespuglio sente un chicchirichì. Salta dentro il cespuglio e anziché un gallo trova un orso. La colpe era carina e così l’orso sfrutta l’occasione e la prende da dietro. Dopo avere fatto, l’orso si sdrai sotto un albero, molto contento e rilassato e dice a se stesso:
– Valeva la pena. Da quando mi sono sforzato ad imparare tutte quelle lingue straniere, si scopa alla grande.

Casino con la zuppaultima modifica: 2015-03-30T17:35:59+02:00da casinodellavita
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento